SANTA MARIA DI CASTELLO  

Di origine paleocristiana, e forse l’edificio cristiano più antico di Genova la Chiesa di Santa Maria di Castello, fu rifatta nel secolo XII e abbellita nel corso del 400, quando furono costruiti anche gli ambienti dell’annesso convento. Una serie di interventi si compie nel 1859-60 per opera dei Padri lberto Cottolengo, Amedeo Vigna, Vincenzo Marchese e l'avvocato in funzione di architetto Maurizio Dufour, che si propone di scoprire le parti più antiche, ma operò anche restauri mediante decorazioni ritenute eccessive. Riparazioni condotte con criteri scientifici furono quelle eseguite alla facciata nel 1925 e ancora nel 1948-49. Posta entro il forte antico, presenta una facciata romanica ed un tetto a capanna, l’intero a tre navate è costituito da alte colonne sulla cima delle quali splendidi capitelli si dice che provengano dalla perduta città romana di Luni.
E' noto che durante la guerra la Chiesa subì danni per spezzoni caduti all'interno il 7 novembre 1942 e
dallo spostamento d'aria causato dal bombardamento sul porto il 4 settembre 1944.

Secondo il Ferretto, a cominciare dal 1007 fu cattedrale estiva; Santa Maria di Castello è la Chiesa del Cristo miracoloso, Crocifisso ligneo medioevale; della Compagnia del Mandiletto; delle molte sepolture patrizie…