GIOIELLI

Da un semplice cerchietto in ferro sino al più elaborato; l’anello ha sempre rappresentato un simbolo di impegno d’amore, già nei tempi più lontani ogni fidanzamento o matrimonio si solennizzava con lo scambio dello stesso.            

Secondo una romantica leggenda l’anulare era il dito nel quale si trovava la vena dell’amore,  ma probabilmente la scelta di quel dito specifico deriva da un antico rito cattolico dove il celebrante dicendo: ”nel nome del Padre…, del Figliolo…, e dello Spirito Santo” toccava le prime tre dita della mano sinistra e nel quarto metteva l’anello.

Le mani devono essere libere. Sono consigliati un sottile girocollo di perle o platino e piccoli orecchini di diamante. Da evitare l’orologio al polso. In segno di buon augurio la madre potrà regalare alla figlia un filo di perle.

 

Acqua marina: per un matrimonio duraturo e felice

Ambra: simbolo dell'amore virtuoso

Andalusite:  riconquista l'amore perduto

Berillo: rafforza l'amore

Cristallo di rocca: dona bellezza e impedisce l'invecchiamento;

Diamante: è la pietra più dura, dona solidità al rapporto rendendo l'amore invincibile

Malachite: salute, ricchezza e felicità nell'amore

Opale: è il simbolo dell'amore sincero

Rubino: è la pietra del potere, del successo, simbolo dell'amore passionale e duraturo;

Smeraldo: rafforza il successo, la speranza e il futuro di un grande amore

Zaffiro: dona fedeltà nell'amore

 

Riguardo all' acquisto, sarà il futuro sposo a recarsi dal gioielliere per scegliere il modello a lui più conveniente sia dal punto di vista estetico che economico e tenendo sempre presenti i gusti della sposa.

Accordatosi con lo stesso per alcuni modelli condurrà in un secondo momento la sua compagna a scegliere quello definitivo.